Il miglior modo per non farti spezzare il cuore è fingere di non averne uno.
Ogni lettore, quando legge, legge se stesso.
L’opera dello scrittore é soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso.
Marcel Proust, Il tempo ritrovato (via doppisensi)

(via ancheilcielopiange)

6 days ago
535 notes
datemileistruzionipervivere:

laragazzadietrolacurva:

Stamattina il mio ragazzo mi scrive: “risolvi questa disequazione: 9x-7i>3(3x-7u)”. Io (che sono una capra in matematica e addirittura ho lo spirito di osservazione di un procione) la ho risolta e….guardate :3 (Non togliete la fonte laragazzadietrolacurva)

aw

datemileistruzionipervivere:

laragazzadietrolacurva:

Stamattina il mio ragazzo mi scrive: “risolvi questa disequazione: 9x-7i>3(3x-7u)”. Io (che sono una capra in matematica e addirittura ho lo spirito di osservazione di un procione) la ho risolta e….guardate :3
(Non togliete la fonte laragazzadietrolacurva)

aw

(via noinonsiamoinfinito)

6 days ago
4,246 notes
stringimiforteamore:

Quando le parole falliscono,  la musica parla (?)

stringimiforteamore:

Quando le parole falliscono, la musica parla (?)

(via lentigginicomegeroglifici)

3 days ago
1,065 notes

Ho bisogno che tu mi guardi negli occhi, che mi dica che va tutto bene, che tu ci sei, che non te ne vai, che va bene essere come sono, che tutto questo passerà, che mi porterai lontano, che faremo colazione all’alba sulla spiaggia, che faremo il bagno a mezzanotte, che mi pettinerai i capelli per togliere i nodi, che comprerai i fiori freschi da mettere nelle bottiglie di liquore che svuoteremo la sera prima, che mi terrai la mano anche quando ti respingerò, che nessuno si metterà tra noi, che avrai sempre l’accendino per le sigarette, che se fa freddo mi presterai il tuo maglione, che i tagli guariranno, che il sangue smetterà di uscire fuori e che resterà dove deve stare, nelle vene, che scriveremo sui muri i nostri nomi, che con le cuffie canteremo a squarciagola, che rideremo di cuore, che respireremo a pieni polmoni dopo esserci rincorsi per metri e metri, che mi toglierai le sbavature di eye-liner sulla faccia, che mi chiederai se hai i segni del mio rossetto, che mi dirai che é ancora presto per tornare a casa, che scatteremo tante foto con una polaroid, che riempirai il muro con le nostre immagini, che ci scriveremo addosso con i pennarelli indelebili, che ci dedicheremo canzoni e poesie.
E va bene litigare, e va bene farci male. Ma poi prometti che ci faremo bene, che ci asciugheremo le lacrime, che non mangeremo finché non faremo pace, che ci urleremo cose orribili e poi cose meravigliose, che ci lanceremo addosso cenere, penne, cuscini, libri, pezzi di cuore.
Poi prometti che riprenderemo i pezzi, li metteremo di nuovo insieme.

Dimmi che è ciò che vuoi anche tu, perché sei la mia casa ormai, e non ho niente se non ci sei.

Ilcuoretrafittobenedicelafreccia (via ilcuoretrafittobenedicelafreccia)

(via areyoumadferit)

6 days ago
809 notes